Dipartimento d'Ingegneria

Giovedì, 29 Giugno 2017 17:11
Giovedì 25 Maggio, ore 17.15
Dipartimento di Ingegneria – Aula 3

Un evento per conoscere meglio i corsi di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica per l'Internet-of-Things e in Ingegneria Informatica e Robotica.



Giovedì, 06 Ottobre 2016 16:29
Lunedì 24 Ottobre 2016 - ore 15.30
Dipartimento di Ingegneria, Aula Magna

Evento ECSM
L'Unione Europea dichiara Ottobre il Mese Europeo della Sicurezza Informatica, con un insieme di iniziative in tutti gli stati membri finalizzate a promuovere tra i cittadini la conoscenza delle minacce informatiche e dei metodi per contrastarle, per cambiare la loro percezione di cyber minacce e fornire informazioni aggiornate in materia di protezione cibernetica e sicurezza informatica.

In questo evento discuteremo assieme gli attacchi informatici emergenti in Europa, con particolare riguardo all'Italia. Verranno inoltre fornite semplici linee guida che ciascuno di noi può mettere in pratica per proteggere le nostre informazioni, la nostra reputazione online e i nostri soldi.
Lunedì, 23 Maggio 2016 10:24
Corso Interdipartimentale di Laurea Magistrale in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
Corso di "Opere geotecniche in zona sismica"

Avviso di seminario:

Il Prof. Ernesto Cascone dell'Università degli Studi di Messina terrà un seminario dal titolo:

CARICO LIMITE DI FONDAZIONI SUPERFICIALI IN CONDIZIONI SISMICHE

Martedì 24 maggio 2016
Polo di Ingegneria, Aula 8, ore 8:45.


Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.
Mercoledì, 18 Maggio 2016 12:30
Martedì 17 maggio è stato presentato il curriculum in Elettronica per l'Aerospazio, il nuovo corso creato nell’ambito della Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica per l’Internet of Things presso l’Università degli Studi di Perugia: offrirà nuove opportunità agli studenti dell’Ateneo nel contesto di una Regione, l’Umbria, dove sono presenti numerose aziende che operano nel settore della space economy, cui l’Italia punta con decisione.

La presentazione, nell'Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria, coordinata dal professoreRoberto Sorrentino, ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Franco Moriconi, Magnifico Rettore, Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, Antonio Alunni, Presidente di Umbria Aerospace Cluster, Giuseppe Saccomandi, Direttore del Dipartimento di Ingegneria, e  Paolo Anderlini, dell’Ordine degli Ingegneri di Perugia.
Lunedì, 16 Maggio 2016 13:59
Seminario prof. Hong G. Im - KAUST up resized

http://www.ing.unipg.it/images/com_adsmanager/files/efc508817eabe7bedbc546d42558d926.pdf

Avviso di seminario
“High Fidelity Simulations of Combustion at Extreme Conditions”,
Prof. Hong G. Im, KAUST (Saudi Arabia)
giovedì 26 maggio alle ore 11.30 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria.

L’argomento trattato riguarderà la modellazione diretta di combustione & fluidodinamica mediante l’uso di SUPERCOMPUTER.
Oltre ai contenuti del seminario in senso stretto, il prof. Im farà anche una ampia panoramica sul suo istituto, KAUST (King Abdullah University of Science and Technology), per ogni eventuale tipo di collaborazione futura o scambio di studenti/docenti.

Il prof. Im, è un esperto di DNS (Direct Numerical Simulations) in ambito fluidodinamico. Di origine coreana, ha studiato a Princeton e Stanford, nonchè insegnato per circa 15 anni alla University of Michigan, Ann Arbor, prima di trasferisi presso la KAUST.

Il seminario è rivolto a studenti, dottorandi e ricercatori, nonchè a tutti i docenti interessati.

Michele Battistoni
Venerdì, 06 Maggio 2016 14:57
“Arrivano i robot, anzi sono già arrivati, in silenzio. La robotica spigata ai giovani studenti” è il titolo dell’incontro organizzato dall’Accademia Properziana del Subasio di Assisi, in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia. Vi hanno partecipato, nell’Auditorium di Santa Maria degli Angeli, i ragazzi delle scuole superiori del Comune di Assisi, affascinati da un tema altamente innovativo e di carattere scientifico e che hanno potuto “giocare” con una serie di robot e applicativi portati dai docenti dell’Ateneo perugino.

Settore nel quale l’Ateneo di Perugia presenta autentiche eccellenze e prestigiose collaborazioni nazionali e internazionali che i suoi ricercatori (in particolare quelli del Dipartimento di Ingegneria) intrattengono con successo ormai da anni con aziende ed enti di ricerca nella robotica e non solo.

Il professor Giorgio Bonamente, presidente della Properziana, ha sottolineato come l'Accademia svolga attività culturale e scientifica a livello internazionale, stabilendo rapporti di cooperazione con studiosi e ricercatori di Università non solo italiane, ma anche europee ed extraeuropee; fra queste l’Ateneo di Perugia con il quale è stato avviato un percorso di fattiva collaborazione.

Presenti il Rettore Franco Moriconi, i docenti delle aeree dell’Ingegneria Meccanica e di quella della Elettronica e dell’Informazione, i professori Paolo Valigi (docente di Robotica e Macchine Learning) e Filippo Cianetti (docente di Progettazione e Costruzione di Macchine), giovani collaboratori, laureandi e studenti universitari; ulteriori testimonianze sono state quelle dell’Ing. Stefano Pagnottelli (SIRALAB s.r.l.) e dell’Ing. Simone Salvatori. Intervenuti, inoltre, il sindaco Antonio Lunghi e Mario Ferrini, vicepresidente dell’Accademia Properziana del Subasio.

Il Rettore Moriconi ha evidenziato, guardando all’attività sui robot, quanto innovativa e prestigiosa sia l’offerta formativa dell’Ateneo, rimarcando la volontà di rafforzare il collegamento tra la formazione universitaria e la formazione professionale erogata nel territorio.

“Siamo forse di fronte a un era in cui lo sviluppo del vivere quotidiano, spinto dall’introduzione capillare della robotica, subirà una evoluzione impulsiva e drastica i cui scenari futuri non sono prevedibili, proprio come nell’era cambriana, dove lo sviluppo degli organi della vista negli esseri che frequentavano la nostra Terra impresse una spinta evolutiva che non ha avuto eguali in tutto il corso dell’evoluzione” ha detto il professor Valigi.

“La nostra capacità di formazione non è seconda a nessun altro Ateneo del territorio nazionale come dimostra l’attività nell’ambito dei robot – ha aggiunto il professor Cianetti -. E' troppo tempo ormai che il richiamo sia degli Atenei di fuori regione o delle aziende anche estere ci priva di questi brillanti giovani. Dovremmo essere più incisivi e costanti nel far sapere al nostro territorio, enti e mondo industriale, cosa sappiamo fare e quale è il livello di apprezzamento che abbiamo al di fuori dei nostri “confini”".

Significati gli interventi  di Pagnottelli (testimone di una storia di successo: uno spin-off universitario dal quale è nata una realtà industriale del territorio umbro che si è affermata come eccellenza nel territorio nazionale) e Salvatori (giovane neo laureato che ha fatto della multidisciplinarità del tema della robotica la firma della sua attività di ricerca condotta nel suo percorso formativo come Ingegnere Meccanico)
Mercoledì, 17 Febbraio 2016 18:39
FENOMENOLOGIA DEI REGOLAMENTI
Claudio Braccesi
 

Dopo anni di carriera universitaria, in un momento di stanca del lavoro, potevo dedicarmi efficacemente a stimolare il mio intelletto nel comprendere le regole della VQR. In fondo sarebbe stata una ghiotta occasione per colmare qualche mia lacuna nell’ambito della statistica, disciplina che, al pari della chimica, ha rappresentato per me sempre un qualcosa di misterioso ed a volte magico, al contrario della matematica e della fisica che invece mi hanno fornito un confortante appiglio deterministico, rassicurante per interpretare il mondo. Ma, devo dire la verità, una sorta di indolenza suggerita dalla non condivisione di fondo della VQR, mi ha portato a desistere ed a delegare vigliaccamente il mio Direttore ad operare al mio posto la scelta dei prodotti, minacciandolo anche di farlo bene, altrimenti mi sarei pure arrabbiato. D’altra parte, nel momento di stanca del lavoro, bisogna pur passare il tempo e, non essendo ancora entrato nell’ottica di dedicarmi al bricolage o al collezionismo, ho passato qualche giornata a navigare su internet. Cosa faremmo se non ci fosse internet. Grande mistero dell’umanità questa tecnologia che consente a chiunque di passare ore ed ore del suo tempo gratuitamente, mentre chi ti fornisce il servizio fa miliardi a palate. Qualche ricercatore di filosofia ed anche di economia potrebbe risolvere l’arcano di come sia possibile far soldi con l’attività di perditempo di un frustrato professore universitario. Spero che la cosa non sia spiegabile con la fisica, altrimenti cadrebbe anche il rassicurante mito deterministico di causa-effetto che ancora è vivo in me, come dicevo pocanzi (versione aulica e rara di poc’anzi secondo Treccani, ma da me preferita). Quindi veniamo al prodotto delle mie navigazioni. Essendo un tipo un po’ scontato, di scarsa fantasia, non sono stato capace di rivolgere le mie navigazioni al di fuori del mondo universitario. Quanto ci trovi di affascinante in questo è una bella domanda che rivolgerei al mio psicologo, qualora avessi fiducia nella psicologia. E quindi, con la caparbietà di chi vuol per forza farsi del male, ho incentrato le mie avventure alla scoperta dei regolamenti (di varia natura) delle varie università italiane. Naturalmente, la mia mente analitica, mi ha costretto a catalogare con precisione tutto quello che ho trovato, ma è comunque interessante narrarlo discorsivamente, lasciando a chi legge di intravedere, sottintesi nel discorso, i riferimenti precisi a norme e leggi.

NOTA:

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito. Maggiori informazioni disponibili nell’informativa sulla privacy. Per saperne di piu'

Approvo